Passa ai contenuti principali

Post

Il trucco di VeraCrypt & Portable Apps: una soluzione efficace per proteggere software Windows e dati su chiavetta USB.

Personal computer e memorie digitali sono fra i primi elementi che vengono rubati, sequestrati o attenzionati nelle attività di intelligence. Questo perchè nell'informatica ci sono due principi cardine: Un file cancellato in realtà non è cancellato : resta in memoria finchè il sistema operativo non decide di sovrascriverlo. Questo può avvenire anche dopo mesi o anni. I software installati nell'hard disk del PC generano dei files di servizio all'insaputa dell'utente. Questi files possono svelare una quantità di informazioni sensibili per la privacy anche dopo mesi o anni (log, cache, report, index, temp files, cookies, xml, impostazioni, thumbnails, hibernation, paging, memory dump, chiavi di registro, copie shadows, backup automatici, cronologie, preferiti e tanti altri). Una vasta miniera di informazioni accessibili con relativa facilità. Gli utenti più informati provano a difendere la propria privacy con software come ad es.  CC Cleaner  e Eraser .  Ed è già un buon p
Post recenti

Le power bank per alimentare tecnologie investigative.

L'utilizzatore medio associa spesso le power bank alla sola ricarica dei cellulari. In realtà la standardizzazione della tensione di 5Vcc. e delle connessioni USB sta espandendo l'utilità delle power bank a molti settori dell'elettronica. Inclusa l'elettronica investigativa. Le power bank possono alimentare e ricaricare molti apparati, ad esempio: Localizzatori satellitari e logger satellitari. Registratori e microregistratori. Microcamere DVR. Microcamere WiFi. Microcamere Internet Camera 4G LTE. Telecamere IP. Saponette WiFi. Trasmettitori audio e video alimentabili a 5Vcc. Una power bank può essere anche usata per assicurare la continuità del servizio di qualsiasi apparato funzionante a 5Vcc. nel caso di distacco dell'energia elettrica 220V (es. router, IP camera, modem). Ma qual'è la reale autonomia di una power bank? Come utilizzarla al meglio? Di seguito ci baseremo su una power bank da 10 ampere di qualità. Ma sul mercato dell'elettronica si possono

Quando il controllo video si fa difficile.

Un occultamento di microcamere Internet camera. Un controllo video richiesto sia in videoregistrazione continua che in diretta video live. Quindi non "normali" microvideoregistratori ma microcamere Internet camera. Il target della ripresa nascosta è un grosso cancello. Davanti al cancello il nulla assoluto per decine di metri. Neppure un piccolo cespuglio. Tutto asfaltato fino ad altre abitazioni. Nei dintorni ci sono due condominii con almeno un centinaio di finestre da dove può affacciarsi qualcuno in qualsiasi momento. Impossibile parcheggiare o armeggiare in zona, pena rischio di essere notati e destare sospetti anche in ore notturne. Cosa fare? A circa 20 metri dal cancello ci sono alcuni pezzi di legno abbandonati a terra. Voilà! Prelevati due pezzi di legno e inserite all'interno due microcamere Internet camera con relative batterie da 10 ampere. Facile da dirsi, meno da farsi. Nella foto sotto la fase di lavorazione di uno dei due pezzi di legno. Un certosino lavo

Microcamere nascoste in azienda. La interessante sentenza 3255/2021 della Cassazione.

Novità 2021 sulle microcamere nascoste in azienda per indagare motivati sospetti di furti o danneggiamenti dolosi. Da anni sono in crescita i casi di furti e danneggiamenti dolosi all'interno delle aziende. Questi eventi sono stati a lungo favoriti da una legislazione facente capo al DPR 300/70 (statuto dei lavoratori), che rendeva complesso e delicato controllare di nascosto i dipendenti fra le mura aziendali anche in presenza di fondati sospetti di infedeltà e scorrettezze. Con la nuova e interessante sentenza 3255 del 14 dicembre 2020 la Cassazione ha sostanzialmente sdoganato l'installazione temporanea di microcamere nascoste in azienda per effettuare i cosidetti 'controlli difensivi' , cioè controlli che si svolgono per procurarsi la prova di reati commessi all’interno dell’azienda (tipicamente reati contro il patrimonio aziendale, es. i frequentissimi furti in magazzino).  In pratica il datore di lavoro può usare la videosorveglianza nascosta senza rispettare i li

WhatsApp e Facebook stanno esagerando?

Recentemente si è scatenata una fuga in massa da WhatsApp e in parte anche da Facebook. Cosa è successo? WhatsApp e Facebook sono due colossi del Web sempre più interconnessi e sinergici perchè controllati dalla stessa proprietà: il multimiliardario  Mark Zuckerberg. Zuckerberg è già stato coinvolto nello scandalo Cambridge Analytica per un uso a dir poco disinvolto dei dati personali di circa ottanta milioni di utenti Facebook. Inoltre Zuckerberg è stato chiamato più volte in causa per l'uso politico delle potenzialità comunicative di Facebook e per torbide ingerenze nelle campagne elettorali di alcune nazioni . Insomma Mister Zuckerberg non è la classica persona alla quale si potrebbero affidare tranquillamente le chiavi di casa. Chi ci conosce sa che non siamo mai stati estimatori di WhatsApp e che abbiamo iniziato almeno quattro anni fa (quindi in tempi non sospetti) a sconsigliare l'uso di WhatsApp ai nostri clienti. I fatti ci stanno dando ragione.  L'immagine sotto

Le reti SigFox per la localizzazione satellitare GPS? No grazie.

Alcuni clienti hanno chiesto se i nostri localizzatori satellitari GPS NoSim gamma RT8 utilizzano la rete SigFox. La risposta è no. Si appoggiano alle reti di telefonia mobile in roaming globale multioperatore. In Italia si appoggiano alle reti Tim, Vodafone e Wind. Cos'è SigFox e perchè ultimamente se ne parla spesso? SigFox  è una rete interessante e innovativa. Si sta affermando come alternativa alle costose reti di telefonia mobile per trasmettere piccole quantità di dati in modalità wireless.  Le applicazioni su rete SigFox spaziano dalla domotica al telerilevamento. Raccolta dati di temperature, livelli idrici, livelli di umidità, pressioni, chilometraggi e parametri di ogni genere per allarmi, sicurezza, controllo bestiame, irrigazione remota, dispositivi medici, ecc.  La rete SigFox nasce in Francia nel 2010. La frequenza radio che utilizza è la ISM 868 MHz UHF. La modalità di trasmissione via radio dei dati è basata sugli standard ' Phase Shift Keying ' (PSK) e  &#