Passa ai contenuti principali

Doppio localizzatore GPS: una soluzione antifurto efficace.

Recentemente la cronaca ha riferito di un'azienda napoletana che ha subito decine di furti di costosi macchinari, nonostante fossero dotati di antifurto satellitari GPS.

PERCHE' GLI ANTIFURTO SATELLITARI FALLISCONO? 

Anche il ladro più sprovveduto sa che prima di rubare un veicolo o un macchinario deve accendere un jammer. Il jammer è un apparato elettronico simile ad una grossa ricetrasmittente con tante antenne. L'uso di un jammer non richiede conoscenze tecniche: basta accenderlo e da quel momento qualsiasi antifurto satellitare che si trovi entro un raggio di 10-15 metri non può più trasmettere allarmi e posizioni. In alcuni casi l'antifurto riesce comunque ad attivare la sirena di allarme perchè è in grado di riconoscere le onde radio interferenti emesse dal jammer. Ma l'affidabilità di questa funzione, detta 'anti-jammer', è variabile soprattutto nei veicoli dotati di sistemi 'keyless' o nel caso in cui il telecomando per l'apertura delle portiere sia stato clonato. Inoltre la sfrontatezza dei ladri è arrivata al punto di ignorare la sirena finchè non riescono a disattivarla. 
Dopodichè i ladri si allontanano con il veicolo o con il macchinario rubato, mantenendo il jammer acceso all'interno dell'abitacolo o nelle immediate vicinanze. Ma il jammer è un apparato assetato di energia e molto invasivo perchè blocca anche i telefoni cellulari nei dintorni. Inoltre i ladri sanno che il jammer potrebbe essere inefficace se l'antifurto satellitare si trova a meno di 200-300 metri da una cella BTS: in questo caso l'intensità del segnale di telefonia mobile può superare i -40 -50 dBm, quindi può limitare fortemente l'efficacia del jammer. Per questi motivi l'utilizzo del jammer è quasi sempre di breve durata. Di solito il ladro si ferma a pochi km. dall'area del furto. In altri casi il veicolo o il macchinario vengono caricati all'interno di un camion. A questo punto inizia la ricerca della centralina dell'antifurto satellitare GPS. Si tratta di una ricerca molto rapida, quindi alcune parti del veicolo o del macchinario vengono smembrate. Trovata e distrutta la centralina, il jammer viene spento.

 COME RIESCONO I LADRI A TROVARE LE CENTRALINE DEGLI ANTIFURTO SATELLITARI IN POCO TEMPO?

Gli antifurto satellitari commerciali e assicurativi vengono quasi sempre installati dagli elettrauto con schemi di cablaggio standard e in posizioni prevedibili. Inoltre, essendo apparati che funzionano tramite onde radio, gli antifurto satellitari non possono essere installati in punti troppo ostacolati da parti metalliche. Spesso vengono evitati anche i vani motore perchè sono ambienti occlusi dal metallo e soggetti a vibrazioni, calore, disturbi elettromagnetici ed esalazioni acide. A questo si aggiungono le norme CEI/EMC e le regole del buon senso, che escludono le installazioni di apparati radiotrasmittenti come gli antifurto satellitari a ridosso di airbag, autoradio, cavi non schermati, parti meccaniche in movimento e altre centraline elettroniche. Quindi la ricerca si restringe notevolmenteA facilitare la ricerca c'è anche il fatto che molte centraline antifurto commerciali e quasi tutte le centraline antifurto assicurative hanno dimensioni tutt'altro che miniaturizzate e hanno etichette che svelano chiaramente la loro funzione. Ovviamente più un antifurto satellitare è diffuso sul mercato, più il suo aspetto e i suoi metodi di cablaggio sono noti anche ai ladri.

UNA SOLUZIONE CHE SI E' GIA' RIVELATA EFFICACE: IL SECONDO LOCALIZZATORE SATELLITARE CON BATTERIA RICARICABILE INTERNA A LUNGA AUTONOMIA.

Abbiamo visto che dopo aver distrutto l'antifurto satellitare il ladro spegne il jammer. Ma se nel veicolo è nascosto un secondo localizzatore satellitare con batteria ricaricabile interna, dopo lo spegnimento del jammer il veicolo diviene rintracciabile. Ottimi per questo scopo possono essere i nostri localizzatori NoSIM RT8MNS e RT8KNS. Sono apparati compatti nonostante le potenti batterie e sono particolarmente affidabili perchè progettati per l'uso investigativo professionale. Inviano doppi avvisi di movimento in Telegram e nella Gmail. L'assenza di collegamenti alla rete elettrica del veicolo facilita il posizionamento e aumenta l'efficacia dell'occultamento. Naturalmente questo localizzatore satellitare deve essere nascosto con cura e la sua batteria interna deve essere ricaricata mediamente ogni 2 o 4 mesi circa secondo il modello. Ai nostri clienti forniamo supporto e consigli per un occultamento efficace. 



Post popolari in questo blog

Cosa possono fare le agenzie investigative in Italia?

Un investigatore privato può compiere delle attività che sarebbero lecite anche se fossero compiute da un normale cittadino. L'investigatore privato non può perquisire persone e luoghi, intercettare comunicazioni riservate, acquisire dati coperti da privacy, accedere ad ambienti privati senza il consenso del titolare del luogo. Mentre l'investigatore privato può pedinare e appostarsi in luogo pubblico, scattare foto in luogo pubblico, raccogliere informazioni da banche dati pubbliche, accedere ad ambienti privati con il consenso del titolare del luogo e svolgere altre attività che, di per sè, non concretizzerebbero ipotesi di reato anche se fossero compiute da un normale cittadino (fonte e approfondimenti:  La Legge per Tutti ). Quindi quali sono le differenze giuridiche fra un investigatore privato e un normale cittadino?  La principale differenza giuridica sta nel fatto che un investigatore privato, in virtù della licenza rilasciata dal Prefetto ex art. 134 TULPS e DM 269/201

Trojan di Stato o captatori informatici installati a distanza. Come funzionano?

Dopo il caso Palamara del 2019 sono sorte curiosità sui Trojan di Stato (detti anche 'captatori informatici' ) introdotti dal DL 216/2017. In particolare ci si chiede se siano davvero installabili a distanza in un cellulare senza che l'utente se ne accorga. L'installazione a distanza di un Trojan non è impossibile. Ma non è neppure una prassi comune. Diciamo subito che stiamo parlando di strumenti concepiti per gli enti di intelligence. Quindi nulla a che vedere con le App Spyphone commerciali. Il primo passo per tentare l'inoculazione del Trojan consiste nello studio a distanza del cellulare target allo scopo di individuare delle vulnerabilità. Parliamo di falle nella sicurezza del sistema operativo (o delle App già installate nel cellulare) sfruttabili per tentare l'inoculazione a distanza del Trojan. Quasi in disuso sono invece le tecniche di 'social engineering'  (dette anche 'tre click' ), cioè instaurare contatti a distanza con la vittima p

Furti in auto senza scasso. Attenzione al telecomando auto.

Furti in auto senza scasso. Come fanno? Attenzione al telecomando dell'auto! Il malintenzionato si apposta ad una distanza di 5-15 metri. Appena la vittima parcheggia e scende dall'auto, il ladro attiva una potente trasmissione radio di disturbo. In pratica l'impulso radio per la chiusura delle portiere parte regolarmente dal telecomando e raggiunge regolarmente la centralina dell'auto. Ma la centralina non può 'ascoltare' l'impulso perchè è assordata da una radiotrasmissione molto più potente. Quindi le portiere dell'auto restano aperte. Complici la fretta, il rumore del traffico e l'abitudine a voltare le spalle all'auto quando ci si allontana, molti automobilisti non verificano se le portiere dell'auto si sono effettivamente chiuse dopo aver premuto il pulsante del telecomando.  Il ladro trova quindi le portiere aperte e può entrare in azione. Il fenomeno riguarda soprattutto i parcheggi di grossi supermercati e gli autogrill.  Come spesso

Cosa sono i logger satellitari GPS e perchè possono essere una valida alternativa ai localizzatori satellitari.

I logger satellitari GPS registrano nella loro memoria interna gli spostamenti del veicolo sul quale sono posizionati. Per vedere spostamenti e luoghi delle soste bisogna recuperare il logger e bisogna caricare i dati che ha memorizzato nel famoso software Google Earth. I dati sono costituiti da centinaia o migliaia di co ordinate satellitari GPS con data e ora. Quindi un logger satellitare non trasmette nulla in diretta e funziona in maniera simile ad un registratore. I logger satellitari sono considerati soluzioni obsolete. In realtà offrono importanti vantaggi rispetto ai localizzatori satellitari GPS/GSM: 1) Hanno più autonomia e minori dimensioni rispetto ai localizzatori satellitari GPS/GSM perchè sono privi di modulo radio di telefonia mobile. Un logger satellitare con dimensioni di poco superiori ad un accendino può raggiungere i 2 mesi di autonomia in utilizzo quotidiano. 2) Il funzionamento dei logger satellitari non dipende da Internet, segnali e coperture di telefonia mo